gubbio.name
San Francesco

Le chiese di Gubbio

Booking.com

Oltre la Cattedrale e la Basilica Sant'Ubaldo a Gubbio si trovano numerose altre chiese che, tempo permettendo, meritano una visita:
  • la chiesa di Santa Maria Nuova

  • la chiesa ed il convento di Sant'Agostino

  • la chiesa di San Giovanni

  • la chiesa di San Pietro

  • la chiesa di San Domenico

  • la chiesa di San Francesco

  • la chiesa di Santa Maria dei laici

In questo sito documentiamo solo tre delle chiese sopracitate: quelle di San Francesco, San Giovanni e Santa Maria dei laici.

Per le altre ... vedremo.


Basilica di San Francesco

Questa è, in assoluto, una delle prime chiese costruite in memoria del Santo di Assisi.

Da una bolla di Papa Alessandro si sa che qui si officiava Messa già nel 1256.

La chiesa è sita in Piazza dei Quaranta Martiri nella parte bessa di Gubbio.

Gubbio - Chiesa di San Francesco

Basilica San Francesco

Archittonicamente la Chiesa non ripete lo schema classico delle chiese del gotico usato in altre chiese francescane dell'epoca.

Infatti sulla facciata principale si nota comem alle tre navate interne individuate da lesene verticali, non corrispondono ne tre porte di ingresso (una per navata) e ne tre rosoni nella parte superiore della facciata.

Gubbio - Chiesa di San Francesco

Basilica San Francesco

Mentre per la mancanza delle tre porte (c'è solo la porta centrale) la si può definire come scelta progettuale, la mancanza dei rosoni fu un evento meramente economico.

La differente muratura indica chiaramente che erano previsti o quantomeno erano previste delle finestre rotonde, ma probabilmente erano finiti i soldi.

Gubbio - Chiesa di San Francesco

Basilica San Francesco

A riprova di ciò stesso Papa francescano Niccoló IV nel 1291 concedeva indulgenza a quanti facevano offerte per completare la chiesa.

Anche il campanile, posto in adicenza all'abside di sinistra, non è coevo al resto della chiesa in quanto risulta costruito solo nel XV secolo

Solo per completezza il rosone che oggi si vede è del 1958 e proviene dalla chiesa di San francesco a Foligno.

Basilica San Francesco a Gubbio

San Francesco

Come già detto la chiesa, ma d'ora in poi la chiamenremo basilica, è divisa su tre navate.

Gli interni che oggi vediamo sono stati pesantemente influenzati dalla ristrutturazione del XVIII secolo.

I bellissimi affreschi realizzati dal cosidetto "Maestro di San Francesco da Gubbio" e dal "Maestro di Santa Chiara" vennero o sovradipinti o peggio cancellati.

Basilica San Francesco a Gubbio

Solo in poi punti, grazie ai restauri del 1938, gli affreschi originali sono stati recuperati.

Basilica San Francesco a Gubbio

Entrando percorrendo la basilica da destra verso sinistra si trovano le seguenti cappelle o sculture:
  1. Cappella della Compagnia della SS. Concezione

  2. Cappella Conventini

  3. Cappella dell'Università dei Calzalai di Gubbio

  4. Abside di destra - Cappella Sforzolini

  5. Abside centrale e coro

  6. Abside di sinistra

  7. Cappella Galeotti

  8. Cappella Balducci

  9. Cappella Ranghiasci

  10. Crocifisso scultura lignea dl XVI secolo

La numerazione è la stessa dell'opuscolo "preziosissimo ed esaustivo" che potrete trovare all'ingresso della Basilica.

Le foto sono visibili solo sulla versione desktop del sito ...


Chiesa San Giovanni

La chiesa di San Giovanni è stata costruita tra il XIII ed il XIV secolo sopra la più antica cattedrale di San Mariano.

Gubbio - Chiesa di San Giovanni Battista Gubbio - Chiesa di San Giovanni Battista

La chiesa di Don Matteo

Nel XIV la leggenda narra che la chiesa di San Giovanni era l'unica chiesa con una fonte battesimale e quindi gli eugubini venivano battezzati qui.

Gubbio - Chiesa di San Giovanni Gubbio - Chiesa di San Giovanni Gubbio - Chiesa di San Giovanni

Chiesa di san Giovanni

Solo per completezza la fonte battesimale che oggi si vede dentro la chiesa di San Giovanni è "solamente" del 1510.

Gubbio - Chiesa di San Giovanni

La chiesa è realizzata secondo in stile gotico / romanico del periodo su di un'unica navata, senza transetto e quattro grandi archi.

Gubbio - Chiesa di San Giovanni

Al suo interno sono presenti diversi bei quadri ...

Madonna con Bambino

Probabilmente il quadro più importante è un Sant'Ulbaldo insieme e Sant'Alò (Sant'Eligio).

Sant'Ulbaldo e Sant'Eligio

A destra del quadro di Sant'Ulbaldo e Sant'Eligio si trova il quadro di Santa Barbara, mentre a sinistra si trova il quadro di Santa Lucia.

Gubbio - Chiesa di San Giovanni

Molto bella è anche la tela raffigurante San Carlo Borromeo in preghiera davanti alla Croce del Sacro Chiodo per la cessazione della peste di Milano (quella dei Promessi Sposi del Manzoni).

San carlo Borromeo

L'angelo in volo che ripone nel fodero la spada significa la fine della peste grazie alle preghiere del Santo.

Segnaliamo la presenza di alcuni frammenti di due affreschi originali del XIV rappresentanti "Santa Caterina d'Alessandria" e lo "Sposalizio mistico di Santa Caterina".

Nella Cappella del Battistero si trova un recente (1828) ciclo del Giovanni Battista.

Infine segnaliamo la presenza di una bella "Annunciazione" e, nel secondo altare, "La vocazione di pietro ed Andrea".



Santa Filomena

Sotto l'altare si trova un'urna con l'immagine di Santa Filomena.

Santa Filomena

I resti qui contenuti appartengono ad una donna morta circa nel IV secolo e recuperati nel 1802 nelle catacombe di Santa Priscilla a Roma sulla SS Salaria.

La presenza sul sarcofago della scritta:

LUMENA PAX TE CUM FI

portarono alla comclusione che fossero i resti di Santa Filomena

Ulteriori indagini dimostrarono il riuso delle pietre tombali e quindi negli anni '60, venuta a cadere la certezza del martirio, la Sacra Congregazione dei Riti nella Riforma Liturgica tolse Santa Filomena dal calendario.

Ma la leggenda dei miracoli fatti da questa donna è tuttora viva e molta gente viene a pregare queste (miracolose) spoglie.



Don Matteo

La Chiesa di San Giovanni Battista è stata la chiesa di Don Matteo (Terence Hill) fino a che la fiction è stata girata a Gubbio.

Chiesa di San Giovanni Battista a Gubbio

E per evitare il turismo da fiction, qualche anno fa, il parroco aveva appeso questo inutile foglio ...

Siamo a Gubbio.


Santa Maria dei laici

La chiesa di Santa Maria dei Laici di Gubbio, detta anche "chiesa dei Bianchi", è sita tra piazza dei Quaranta martiri e via Piccardi, praticamente davanti alla Basilica del San francesco.

L'ingresso alla chiesa, quando aperta, può avvenire sia da via Piccardi e sia da sotto le Logge.

Santa Maria dei laici

Santa Maria dei laici

Il nome della chiesa deriva dalla antica Confraternita dei Laici o Confraternita della Beata Vergine Maria fondata nel lontano 1313.

Nel 1325 la Confraternita ottenne dal libero comune di Gubbio l'autorizzazione alla costruzione di una chiesa e successivamente nel 1377 il permesso ad allungare il porticato delle Logge fino alla posizione attuale.

Ma cosa si può ammirare all'interno della chiesa?

Sicuramente l'opera più importante è il ciclo composto da 24 tavole e realizzato intorno al 1607 da Felice Damiani con tema la "Vita della Vergine".

Vita della Vergine di Felice Damiani Vita della Vergine di Felice Damiani

Vita della Vergine di Felice Damiani

Bello è il ciclo ... e molto bello sono le cornici dipinte con fregi verdi e dorati, in stile quasi barocco.

Vita della Vergine di Felice Damiani

Interessante, più per la storia che c'è dietro che per la fattura, è l'Annunciazione di Federico Barocci.

Il dipinto ad olio fu commissionato l'8 aprile 1610 dal dal Priore Conte Muzio Beni della Confraternita dei Bianchi a Federico Barocci che però per motivi a noi non noti non completò l'opera.

Il quadro fu quindi terminato dal suo allievo Ventura Mazzi di Cantiano.

l'Annunciazione di Federico Barocci

l'Annunciazione di Federico Barocci

A parete ci sono inoltre alcuni dipinti di scuola umbra approssimativamente attribuibili al XVI/XVII secolo.

Dipinto di scuola umbra Dipinto di scuola umbra

Infine segnaliamo che a soffitto del presbiterio c'è un affresco attribuito ad Allegrini Francesco, del XVII secolo, raffigurante una Gloria di Angeli.

Gloria di angeli di Allegrini Francesco

Gloria di angeli di Allegrini Francesco

In fondo alla chiesa, tramite un'apertura nel pavimento, si intravede il livello sottostante della cripta ...

La cripta

la cripta

La chiesa oggi a noi risulta utilizzata come sala polifunzionale annessa al Museo Diocesano.


gubbio.name

Tu sei il nostro

visitatore dal 01/04/2009

oggi su acpb sono state viste

pagine

Copyright illimitato © acpb

Instagram



Torna alla Home page